Music

9 canzoni facili per pianoforte jazz da imparare oggi

Interessati a imparare il jazz? Mettetevi alla prova con alcune di queste facili canzoni per pianoforte jazz!

Se siete abituati a suonare uno stile di pianoforte classico, vi consigliamo di iniziare con questi suggerimenti per passare allo stile jazz.

Successivamente, si consiglia di ripassare gli accordi di pianoforte jazz e di provare alcuni di questi utili esercizi.

Oltre a questo, tenete a mente i seguenti consigli mentre cercate di suonare le seguenti canzoni per pianoforte jazz:

  • Suonate le note in ottavo in modo non uniforme, in modo che quattro di esse suonino così: “lungo – corto – lungo – corto”. Questo si chiama pattern swing.
  • Suonare gli accenti in modo leggero, non pesante come in molta altra musica per pianoforte.
  • Suonate con un tono leggermente distaccato e chiaro, come se steste suonando un pezzo di Bach. Pensate a delle piccole campane!

9 canzoni facili per pianoforte jazz da provare

Ora che conoscete alcune nozioni di base, ecco alcuni brani da ascoltare e con cui cimentarvi.

Ovviamente, se volete suonare seriamente il jazz, vi conviene lavorare con un insegnante di pianoforte che possa mostrarvi le corde – ma questi brani facili vi faranno sicuramente iniziare!

1. “Summertime”

Questo celebre classico del jazz è in realtà la gemma dell’acclamata opera “Porgy and Bess”. Prendetela con calma –è una ninna nanna, dopo tutto.

Semplicemente suonate gli accordi alla mano sinistra con un ritmo molto costante, e suonate la melodia in modo molto spento. La parola che indica questo è sincope, che significa modelli ritmici inaspettati.

Non pensateci troppo – siate creativi. Guardate il video un paio di volte, poi iniziate a suonare!

2. “When the Saints Go Marching In”

Se sapete suonare “Twinkle, Twinkle, Little Star”, allora sapete suonare “When the Saints Go Marching In”. E poiché la melodia di questa canzone è così semplice, è il brano perfetto per imparare a improvvisare!

È spesso inclusa nei libri di pianoforte per principianti e il seguente tutorial vi insegnerà la melodia. Questa canzone è davvero facile e il video la esegue molto lentamente.

Una volta imparata la melodia, è possibile suonarla in modo ancora più jazzistico cambiando il ritmo di quando e come si suonano gli accordi della mano sinistra.

Per esempio, si possono suonare gli stessi accordi di blocco in ottavo invece che in quarto di nota (in altre parole, il doppio della velocità).

3. “Fly Me to the Moon”

Il classico crooner Frank Sinatra ha reso famosa questa canzone, e ora potete farla vostra! Prima, però, guardate il tutorial qui sotto.

I tasti evidenziati in blu sono suonati dalla mano destra; i tasti evidenziati in giallo sono suonati dalla mano sinistra.

Seguite il video alcune volte con la sola mano destra, e poi di nuovo con la sola mano sinistra, prima di suonare a mani unite.

4. “Foglie d’autunno”

“Autumn Leaves” è un’altra delle migliori canzoni facili per pianoforte jazz per principianti, perché ci introduce all’armonia jazz e alla popolare progressione di accordi ii – V – I – IV.

Non conoscete questi simboli? Significa che se state suonando nella tonalità di C, questa progressione di accordi sarebbe D minore, poi G, poi C e infine F. Il tutorial qui sotto è un po’ veloce, quindi guardatelo un paio di volte prima di iniziare a suonare.

5. “Misty”

Questo tutorial è facile da seguire, e prende in considerazione prima la mano destra, una nota alla volta. La seconda volta, l’esecutore ci mostra gli accordi di tre note della mano sinistra, o triadi.

Sentitevi liberi di suonare la mano sinistra da sola, ignorando la mano destra le prime volte, poiché gli accordi della mano sinistra diventeranno il “cronometrista” costante della vostra esecuzione. Aggiungete poi la melodia della mano destra in un secondo momento, dopo che la mano sinistra sarà diventata quasi automatica.

6. “Qualcuno che vegli su di me”

George e Ira Gershwin scrissero un musical nel 1943 intitolato “Oh, Kay!” e questa canzone è forse la più famosa. Molti cantanti l’hanno coverizzata e molti pianisti amano suonarla!

Questo arrangiamento è un po’ diverso, in quanto la mano sinistra suona la melodia e la mano destra gli accordi. Se vi sembra un po’ troppo difficile, va bene semplificare il ritmo. Come sempre, prendete il vostro tempo e praticate le mani separatamente all’inizio.

7. “Take the A Train”

Kent Hewitt conduce questo divertente video sul classico di Duke Ellington, “Take the A Train”. Può sembrare che stia suonando qualcosa di molto complicato con la mano sinistra, ma ricordate che sta solo suonando gli accordi della canzone in modi diversi.

Per esempio, invece di suonare un accordo di D in un blocco di posizione radicale, suonerà il D molto in basso, e poi il F# e il A al centro della tastiera. In questo video vi guida attraverso la sua versione. Buon divertimento!

8. “Satin Doll”

“Satin Doll” è forse una delle canzoni jazz più famose di tutti i tempi.

Questo tutorial vi insegnerà la famosa introduzione e vi spiegherà l’importanza delle terzine nella musica swing, e soprattutto come suonarle!

9. “So What”

Anche in questa versione la melodia è affidata alla mano sinistra e gli accordi alla destra. Per la maggior parte di noi, la mano sinistra non ha la stessa destrezza della destra. In altre parole, non è così facile da allungare e muovere.

Se avete un set di esercizi preferito (come Hanon), praticarlo quotidianamente vi aiuterà a prepararvi a suonare questa canzone.

Attenzione: il pianista nel video qui sotto parla di cose avanzate, come modi e modulazioni. Ma non sentitevi intimiditi! Potete comunque suonare il brano – basta avere pazienza e prendersi il tempo necessario.

Questo elenco di canzoni facili per pianoforte jazz è solo l’inizio. La musica jazz è una miniera d’oro di standard senza tempo e pezzi classici da aggiungere al vostro repertorio!

Ricordate che i tutorial online sono strumenti meravigliosi, ma non vi porteranno lontano. Per progredire in questo genere sono necessari due passi: ascoltare molta musica jazz per pianoforte e trovare un ottimo insegnante!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *